Terzo ed ultimo articolo sul Nerd Show 2018!

Abbiamo già fatto altri due articoli sul Nerd Show di Bologna, dove abbiamo parlato un po’ in generale nel primo e di videogiochi e spettacoli nel secondo. Ora, però, è tempo di parlare dei disegnatori e dei cosplay.

Questa seconda ala era adibita ai disegnatori, al palco cosplay e alle tantissime bancarelle piene di gadgets. Noi di iCrewPlay, tra una maglietta ed un action figure, abbiamo trovato tantissimi disegnatori pronti a mostrare i loro lavori. Tra questi spicca particolarmente Kim Jung Gi, con i suoi disegni spaventosamente belli fatti direttamente davanti al pubblico. Piccoli sketch per gli acquirenti dei suoi libri, che però dimostravano la bravura dell’artista.

Abbiamo anche parlato con due case ed una artista, vediamo quali:

No Lands Comics

La prima casa è No Lands Comics, dove il fantasy regna sovrano. Dalle storie oscure alle fiabe, dagli spin-off a qualcosa di più gore i prodotti di No Lands Comics spaziano molto, per soddisfare tutti i gusti. I ragazzi, molto disponibili, ci hanno mostrato i loro prodotti, tra cui la loro punta di diamante, Aartha, una storia fantasy di ottima fattura. Ovviamente non solo Aartha vanta quel tipo di fattura, ma ogni loro prodotto è ben fatto ed elaborato. Ben fatto No Lands Comics!

Midian Comics

Passiamo poi alla seconda casa, dove dal fantasy passiamo all’horror. Midian Comics, infatti, ci mette davanti a delle storie più grottesche delle precedenti. Sangue, violenza e tanto metal: questa è la descrizione che mi sento di dare. La fattura anche qui è buonissima, d’altronde gli incubi bisogna farli bene, no?

Niki Batsprite

Dopo l’horror di Midian Comics passiamo poi a Francesca Urbinati ed il suo prodotto principale: Niki Batsprite.

“Le avventure a fumetti del folletto-pipistrello metà buono, metà cattivo.”

A primo impatto il personaggio di Niki Batsprite sembra essere un prodotto derivato da Sonic, il porcospino blu di SEGA, è in realtà una storia ben fatta con un personaggio che ha uno stile molto distaccato dal suddetto Sonic. Lo stile della Urbinati è molto più “buono” e soffice dei precedenti, ma che mantiene una sua caratteristica e che non va sottovalutato come “per bambini”.

Per quanto riguarda i cosplay ne potrete vedere alcuni nelle immagini a fine articolo. Bellissima la competizione individuale, dove il primo arrivato si è aggiudicato un buono Amazon da ben 500 euro.

A voi le immagini di disegnatori e cosplayers!