Nel mondo esistono tantissime forme d’arte: pittura, scultura e persino i murales, tanto odiati da molti, sono considerati come tale. Ma esattamente cosa si intende per forma d’arte?

Una forma d’arte dovrebbe essere una qualsiasi attività bella da vedere. I manga e gli anime possono, secondo me, considerarsi tali in quanto rientrano perfettamente nella descrizione. Tuttavia però in molti, almeno in occidente, li considerano una perdita di tempo ed uno spreco di soldi.

In Giappone quasi la metà dell’attività cinematografica è composta da cartoni e film d’animazione. Per loro è una delle forme d’arte più diffuse e conosciute. Se ci spostiamo invece in Europa, come detto le cose cambiano, ed una delle maggiori entrate giapponesi si riduce ad un semplice passatempo, talvolta considerato come uno spreco.

I manga

Tutto parte da qui. I manga sono una forma d’arte particolare, disegnare non è semplice, ma non si tratta solo di questo. Nel disegno bisogna saper trasmettere qualcosa a chi legge ed osserva, non basta il testo a far capire al lettore cosa sta succedendo in quel momento. Il disegno, come forma grafica, è una cosa molto importante in un manga: se non ci fosse quello o fosse confusionario, nessuno leggerebbe quell’opera.

Ho incontrato diverse persone nel corso del tempo che sembravano affascinate da questo mondo, ma per ognuna di esse, ce n’erano almeno tre che li consideravano perdite di tempo. Probabilmente, non essendo tanto diffusi, questa è la maggiore reazione che possiamo ottenere.

In Giappone ci sono diversi target, anche gli adulti sono appassionati di queste opere, qui invece troviamo una situazione completamente diversa, i manga sono opere per bambini e ragazzi. Difficilmente si va oltre, a meno che non vi sia qualcuno proprio appassionato “fino al midollo”.

Gli anime

Anche gli anime sono una forma d’arte, che siano fatti in computer grafica, creati con dei pupazzi o disegnati scena per scena. Tutto ciò ha il suo valore e, se analizzato nel profondo, ha anche la sua bellezza. Per alcuni potrà sembrare insignificante, ma a volte anime e manga sono stati un modo per qualcuno di uscire da situazioni spiacevoli. Impegnarsi in altro è stato di aiuto per portarli sulla retta via. Dalla parte di chi scrive e disegna abbiamo la stessa visione in quanto il disegno è un modo per sfogarsi e l’impegno in un progetto solido e reale può portare a grandi cose.

Io da appasionata della cultura orientale nel suo insieme, quindi non solo di anime e manga, posso dire che ci viene offerta giornalmente una forma d’arte che si presenta con diverse sfaccettature. Bisogna solo saperle cogliere e, come si dice per i libri, non giudicare dalla copertina ciò che non si conosce ancora.