Ascolta il programma di approfondimento di iCrewPlay

LG continua a rilasciare anticipazioni sul prossimo esponente della sua serie V: il reparto audio che si baserà predecessori Quad DAC di nuova generazione.

Si è parlato del display FullVision 18:9 finalmente OLED; si è parlato dell’ottica f/1.6, un primato nel panorama smartphone. LG sta lentamente cercando di far montare l’hype per il lancio ormai imminente del V30, operando una strategia di teasing a cui in passato è già ricorsa, tra le altre, HTC.

Questa volta tocca al comparto audio, che prosegue sul percorso tracciato dalle precedenti iterazioni. Insomma, una gamma che si sta ritagliando uno spazio importante nel parco prodotti di LG. Esattamente come il suo immediato predecessore, il V30 sarà infatti dotato di un Quad DAC Sabre a 32-bit di nuova generazione che quest’anno introdurrà due funzioni in particolare: filtri digitali e preset.

Non è una notizia che stupisce, dato che la qualità audio è sempre stata una caratteristica chiave della serie fin dal suo concepimento. Con il V30 si arriva ora ad una naturale evoluzione focalizzata su una maggiore personalizzazione. Attraverso i filtri l’utente potrà modificare la risposta sonora in base alle proprie preferenze, potendo poi contare su quattro preset: Enhanced, Detailed, Live e Bass.

Il nuovo Quad DAC può inoltre controllare separatamente il segnale audio che proviene dal canale di destra e di sinistra, con LG che dichiara di aver abbassato la distorsione fino allo 0,0002 percento.

L’azienda è al lavoro anche su altri fronti

Come se non bastasse la società ha collaborato con MQA Ltd. Per garantire audio in streaming ad alta risoluzione; e ha portato avanti la sua partnership con B&O Play, per offrire regolazioni audio personalizzate e gli auricolari inclusi nella confezione del V30.

Curiosa è invece un’ultima funzione che permette ad HD Audio Recorder di registrare un’ampia gamma sonora senza distorsioni, grazie alla possibilità di usare il ricevitore audio del V30 come microfono, in un sistema che per qualche motivo LG ha deciso di identificare come “RAM” (Receiver-as-a-Mic).

Le anticipazioni rilasciate fino ad ora dal produttore coreano non sono affatto scontate e, oltre ad ostentare grandi promesse che dovranno poi essere mantenute, formano un motivo fortemente indirizzato verso un’esperienza multimediale particolarmente ricca.

Non a caso le dichiarazioni dello stesso Juno Cho, presidente di LG Electronics Mobile Communications, puntano proprio in quella direzione. Sottolineano infatti una combinazione tra audio di qualità e display OLED FullVision che nelle premesse sembra avere argomenti piuttosto importanti.

La combinazione tra tecnologia audio Hi-Fi e le immagini superbe generate dal suo display OLED FullVision, fanno di LG V30 una vera potenza multimediale

Juno Cho, presidente di LG Electronics Mobile Communications.