Ascolta il programma di approfondimento di iCrewPlay
50 palos... e continuo a sognare. L'autobiografia del leader degli Jarabe de Palo Book Cover 50 palos... e continuo a sognare. L'autobiografia del leader degli Jarabe de Palo
Pau Donés
biografia&sociale
De Agostini
24 aprile 2017
ebook/cartaceo
352

50 PALOS, cinquanta bastonate. Cinquanta come gli anni di Pau Donés, come i capitoli in cui il leader degli Jarabe de Palo sceglie di raccontarsi. Non la solita biografia – «perché le biografie puzzano di morto e io, per fortuna, non lo sono ancora» – ma piuttosto un inno spensierato e autentico, commovente e divertente insieme, alla musica e all’amore. Tra irresistibili aneddoti e intensi momenti di introspezione, Pau per la prima volta si racconta in prosa, senza peli sulla lingua. Il sesso e il tumore che ha dovuto affrontare, l’esperienza della paternità e le follie con gli amici, il suicidio della madre e la vera identità della Flaca, la bellissima cubana che ha ispirato il suo brano più celebre. E naturalmente la musica, la carriera, gli incontri con maestri del calibro di Pavarotti, e le imbarazzanti interviste con i peggiori giornalisti. Con una sincerità disarmante, Pau Donés si mette a nudo in un racconto anarchico di vita intensa, risplendente di imperfezioni, e ci regala il suo sguardo sempre più fresco e appassionato sulla vita.

Cari iCrewers, oggi all’interno della nostra rubrica “Inchiostro d’artista” parleremo di un libro che parla e racconta la vita di un artista che personalmente mi ha sempre dato l’impressione di essere vero, umano e molto solare: Pau Donés, leader degli Jarabe de Palo.

Sto parlando dell’autobiografia dal titolo: 50 palos… e continuo a sognare: L’autobiografia del leader degli JARABE DE PALO

Il cinquantenne Pau Donés ha voluto trascrivere su carta e inchiostro la sua storia:

Cinquanta capitoli di vita vissuta, narrati in prima persona in un racconto diretto e intimo. Cinquanta momenti di riflessione che seguono il filo di una biografia ripercorsa in modo anarchico: l’amore, la morte della madre, il sesso, la malattia, la nascita della figlia e, ovviamente, la musica. Gli amici, i maestri e le importanti collaborazioni con i grandi artisti internazionali, tra cui Pavarotti Jovanotti.

«Nella vita si impara a bastonate», parafrasando il nome. E se è vero, Donés di questi insegnamenti ne ha fatto canzoni. Di quelle che restano.

In Italia Pau Donés, leader degli Jarabe De Palo, ha conquistato ampia popolarità grazie a La flacaDepende ma anche grazie a tante e diverse collaborazioni con artisti italiani tra cui Niccolò Fabi, Francesco Renga, Fabrizio Moro, con cui ha duettato al Festival di Sanremo del 2010, e soprattutto l’amico Jovanotti.

Pau io lo chiamo maestro, una parola che è uguale in italiano e in spagnolo, come sono uguali la maggior parte delle cose che condividiamo… l’età, l’amore folle per la musica e per la libertà, la voglia di scappare quando tentano di infilarci in una definizione. Il viaggio alla ricerca di isole di allegria in un mare di insensatezza, non perché l’allegria ha senso ma perché è un’isola, una cosa che ti ci puoi fermare per un po’, prima di ripartire, più forte, più leggero. Adesso sia lui che io abbiamo 50 anni, un’età assurda pensata nell’ottica della musica pop, ma perfetta per cominciare tutto di nuovo, per ripartire ancora senza sapere mai dove andare. Caro amico, te quiero. (Jovanotti)

Beh non resta che lasciarvi il link d’acquisto, se siete curiosi di scoprire questi 50 palos!

L’artista:

Pau Donés (Montanuy, 11 ottobre 1966) è un musicista spagnolo, cresciuto a Barcellona e residente a Berlino. Pau è il cantante, chitarrista e compositore del gruppo musicale rock latino Jarabe de Palo. La sua prima canzone, La flaca, ispirata da un viaggio a Cuba, diventa famosa grazie ad uno spot pubblicitario, l’anno successivo, a sorpresa. Il disco vende milioni di copie in tutto il mondo, e in Spagna diventa la canzone dell’estate 1997.

jarabo foto

Dopo avere conquistato la popolarità, Pau intende dimostrare al suo pubblico che La flaca non è stato un semplice episodio fortunato, e nel 1999 lancia Depende. Il nuovo disco annovera collaborazioni importanti e propone testi ironici e ingegnosi che coinvolgono il pubblico ispanico così come quello italiano. Nel 2001 esce De vuelta y vuelta, il disco in assoluto più profondo e intimista.

All’inizio del 2007 il gruppo presenta in Spagna il nuovo album Adelantando, che esce anche in Italia, anticipato dal singolo Me gusta como eres, realizzato nella versione italiana, Mi piace come sei, grazie alla collaborazione di Niccolò Fabi.

Nel 2014 esce l’ottavo album di inediti della band, intitolato Somos. Nell’album sono contenuti due brani cantati in italiano, Siamo Oggi non sono io, che vedono la partecipazione, rispettivamente, di Jovanotti e di Kekko Silvestre, cantante dei Modà, con cui canta anche “Come un pittore“.

Album, tour e altri progetti

Contemporaneamente al libro, è uscito anche “50 Palos”, il nuovo progetto discografico che sa di revival di successi del gruppo spagnolo. Pezzi intrisi di rock latino arrangiati, rivisti e reinterpretati con piano, archi e voce. Con la voglia di ripulire dagli eccessi e tornare all’essenzialità dei loro spartiti per un doppio album con i pezzi che hanno disegnato la storia del gruppo.

Da «La Flaca», tormentone che diede titolo all’album di esordio nel 1996, a «Bonito», passando per «Depende». Tutti riportati allo stato più puro. Nell’album ci sono collaborazioni con Kekko Silvestre dei Modà con «Fumo», primo singolo estratto e attualmente in rotazione radiofonica.

Partirà anche il tour. Gli Jarabe De Palo sono pronti a suonare dal vivo nel “50 Pa” TOUR, con concerti nei teatri di tutto il mondo.

In Italia, in estate. Annunciata la data del 14 luglio all’Arena Flegrea di Napoli con il tour “20 Anos”, una festa per celebrare i 20 anni di carriera. E ancora, altri paesi dell’Europa, Usa, Messico, Argentina, Perù, Cile, Uruguay, Ecuador, Colombia, Venezuela, Porto Rico e Repubblica Dominicana.

Vi lascio col link d’acquisto, se volete scoprire questo doppio album ricco di nuove performance e rivisitazioni: