Negli USA stanno già sperimentando Messenger Kids, la nuova app che rende più facile per gli under 13 condividere messaggi e video in tutta sicurezza con amici e familiari. L’applicazione è stata progettata con l’appoggio di associazioni di genitori ed esperti psicologi, per sopperire alla mancanza di un metodo per i giovanissimi di rimanere in contatto con le persone che amano, ma che al contempo garantisca la necessaria sicurezza.

Per garantire la sicurezza dei giovanissimi Facebook crea Messenger Kids

Si tratta di un’applicazione sicura che può essere installata su smartphone e tablet dei ragazzi, ma che richiede l’account Facebook di un adulto per funzionare. Sia che si tratti di chattare con i nonni, rimanere in contatto con i cugini lontani o inviare foto alla mamma che fa tardi al lavoro, Messenger Kids è stata creata per mantenere i contatti familiari.

Non si può far finta che i ragazzi, anche i giovanissimi, non abbiano a che fare con i social. I genitori stanno permettendo sempre di più l’utilizzo di smartphone e tablet ai loro figli, per cui vi è la necessità di creare applicazioni appropriate che garantiscano la sicurezza.

Per lo sviluppo di Messenger Kids, Facebook ha avviato una ricerca con centinaia di genitori e dozzine di esperti nello sviluppo infantile. Dopodiché per diversi mesi l’applicazione è stata testata dalle stesse famiglie, aiutando il miglioramento del parental control.

Come funziona Messenger Kids?

Una volta creato l’account con l’aiuto di un genitore, i ragazzi possono chattare singolarmente o in gruppo con tutti i contatti approvati. La home mostra proprio i contatti che i genitori ritengono sicuri e appropriati e chi di questi è online al momento.

Messenger Kids

Per rendere le conversazioni più divertenti sono disponibili maschere, emoji ed effetti sonori. Oltre alle videochat i ragazzi possono inviare foto, video e messaggi di testo agli amici/parenti approvati dai genitori, che lo riceveranno nella loro app Messenger. Numerosi strumenti permettono di personalizzare i contenuti per esprimere la propria creatività, come GIF, cornici, stickers, maschere e strumenti di disegno. Tutti rigorosamente selezionati per gli under 13.

Il controllo dei genitori è ai massimi livelli. Attraverso il pannello di controllo Messenger Kids nella loro app Facebook, gli adulti selezionano i contatti con cui i propri figli possono o non possono chattare. Nell’applicazione non saranno presenti messaggi pubblicitari, sarà gratuita e non ci saranno acquisti in-app. Per ora è disponibile solo negli USA nell’Apple Store, ma nei prossimi mesi sarà distribuita nel resto del mondo ed in Amazon App e Google Play Store.