Ascolta il programma di approfondimento di iCrewPlay

Nascono i cerotti hi-tech, dispositivi in grado di monitorare il corpo umano. Vediamo di che si tratta…

Questi futuristici cerotti hi-tech, in fase di perfezionamento,  rappresenterebbero, dunque, un importante traguardo in campo medico.

La struttura ultra sottile e flessibile gli permette di attaccarsi alla pelle come se fosse un tatuaggio temporaneo.

Il dispositivo è costituito da una struttura microfluidica con un insieme di fili perfettamente avvolti a mò di origami. La struttura permette di aderire alla pelle mantenendo un certa flessibilità, senza impedirne i normali movimenti.

“Abbiamo progettato questo dispositivo per monitorare la salute umana 24 ore su 24, ma senza interferire con le normali attività che una persona svolge quotidianamente”

Questo quanto affermato da Yonggang Huang della Northwestern University, che ha collaborato al progetto con John A. Rogers della University of Illinois.

cerotti hi-tech

Come funziona?

La sua più importante funzione è la sua capacità di inviare via wireless i dati raccolti durante il monitoraggio, a dispositivi come i computer o i cellulari, in tempo reale.

I ricercatori hanno confrontato i dati raccolti normalmente con esami EEG ed ECG con i dati recepiti dai loro cerotti con chip elettronico. Si è potuto dimostrare che vi è la possibilità di ottenere risultati uguali in condizioni decisamente più confortevoli per la persona sottoposta.

Monitoraggio e prevenzione

Un dispositivo del genere potrebbe non solo monitorare lo stato di salute di un individuo ma anche permettere la preventiva individuazione e fornire una cura ad eventuali problemi di salute.

A tale proposito i ricercatori hanno realizzato un prototipo dei medesimi “cerotti” che in futuro potrebbero permettere il monitoraggio di malattie come l’epilessia o il Parkinson. Potrebbe essere in grado di somministrare all’individuo anche il farmaco necessario per la terapia.

fonte
Per ora si tratta solo di prototipi, ma un giorno questi cerotti hi-tech potrebbero costituire la rivoluzione della medicina.