Ascolta il programma di approfondimento di iCrewPlay

Asus punta al futuro col suo prossimo smartphone: l’Asus ZenFone AR. Il primo smartphone non-Google a supportare le piattaforme Tango AR e Daydream VR.

Lo ZenFone AR sarà disponibile con funzionalità avanzate e prestazioni ad un prezzo competitivo

Asus ZenFone AR è stata la promessa che l’azienda aveva fatto a gennaio 2017, in occasione del CES di Las Vegas.

Alla conferenza per gli sviluppatori I/O 2017 è stato comunicato che Zenfone AR sarà disponibile a partire da questa estate.

È il primo smartphone compatibile con entrambe le piattaforme Tango AR e Daydream VR, che si occupano rispettivamente di realtà aumentata e realtà virtuale.

La piattaforma Tango AR si occupa di realtà aumentata sfruttando gli ambienti circostanti così come catturati dalla fotocamera del terminale, mentre la Daydream VR è l’ambiente Android ufficiale per la realtà virtuale.

Le due tecnologie funzionano sullo smartphone in maniera separata, e non sono interconnesse.

asus zenfone ar

Caratteristiche del device

Lo Zenfone AR ha un display da 5,7 pollici QHD realizzato con tecnologia Super AMOLED e protetto da un vetro Gorilla Glass 4.

E’ alimentato dal chipset Snapdragon 821 di Qualcomm affiancato da ben 8 GB di RAM.

Questo dispositivo agguanta dunque un secondo primato, ossia quello di essere il primo smartphone a montare questo quantitativo di RAM. 

Quest’ultima è una caratteristica necessaria per poter supportare a pieno l’elaborazione delle immagini e le potenzialità della realtà virtuale ed aumentata.

Connettività completa:

  • LTE dual SIM (micro+nano/microSD)
  • Bluetooth 4.2
  • Wi-Fi ac Dual-Band
  • USB Type-C
  • GPS A-GLONASS

Il tutto controllato da Android 7.1 Nougat e alimentato da una batteria integrata da 3.300 mAh.

Specifiche & originalità

Il reparto fotografico è d’èlite. Lo smartphone ha un comparto fotografico che include una fotocamera principale da 23 MP (sensore Sony IMX318) con OIS, EIS, e registrazione video 4K.

Sul retro è stato inoltre collocato un sistema chiamato TriCam, composto da tre sensori utili per il motion tracking e il rilevamento della profondità di campo.

I sensori consentono di sfruttare la piattaforma Tango AR per tracciare la posizione dell’utente in relazione all’ambiente circostante e agli oggetti presenti.

Una possibilità sfruttabile per una serie infinita di funzionalità, come la navigazione indoor o la mappatura degli ambienti in 3D.

tricam asus

Non mancano un autofocus laser per velocizzare la messa a fuoco, un flash LED dual-tone, uno stabilizzatore ottico dell’immagine e persino uno zoom ottico 3X, con una soluzione già vista con lo ZenFone Zoom S, recentemente arrivato sul mercato italiano.

L’attesa sta per finire

Lo Zenfone AR di Asus sarà disponibile a partire da giugno, ma solo in determinati paesi, come gli Stati Uniti (in esclusiva attraverso l’operatore telefonico Verizon) e nei paesi del sol Levante. Sui prezzi ancora nessuna indiscrezione.

Alcuni rumors parlano dei seguenti ipotetici prezzi:

  • Asus Zenfone AR – 8GB/128GB – 99,800 Yen (859€ circa)
  • Asus Zenfone AR – 6GB/64GB – 82,800 Yen (715€ circa)

Lo smartphone con caratteristiche all’avanguardia che lo rendono una scelta eccellente per ogni tipo di utilizzo.

Il 2018 rappresenterà un anno di svolta nell’ottica della diffusione su larga scala di queste tecnologie legate alla realtà virtuale e a quella aumentata.

Fonte

Curiosi? Non ci resta che attendere…