Il 2017 sarà un altro anno di grandi soddisfazioni per gli Indie Games, sono attese molte uscite di giochi che meritano davvero attenzione.

Quello di cui vi parliamo già è stato annunciato da diversi anni, ma è proprio nel 2017 che ne è prevista l’uscita definitiva. È Forgotten Key che si occupa del suo sviluppo, uno studio indipendente svedese fondato a Karlshamn nel 2011 da quattro studenti  dell’Istituto di Tecnologia di Blekinge. Lo scopo, a detta dei fondatori, è quello di fornire ai giocatori esperienze di gioco ricche di atmosfera ma allo stesso tempo di avventura.

Questi giovanissimi ragazzi sono riusciti nel loro intento? A voi il giudizio, per ora possibile solo osservando il trailer di gioco.

Cos’è AER?

Questo gioco esplorativo in terza persona mette il giocatore nei panni di Auk, una giovane pellegrina… quelli dei padri fondatori, avete presente? Un mondo intero si apre sotto i suoi piedi e sotto le sue ali. No, avete letto bene, proprio sotto le sue ali… Auk ha una dote rarissima, può diventare un uccello ed è una delle poche persone che possono raggiungere anche i luoghi più remoti della sua terra e delle isole volanti, in cerca di memorie del passato.

Nel suo viaggio incontrerà altri mutaforma, visiterà le rovine degli antichi dei e si troverà ad affrontare le creature dell’oscurità per riuscire a far rinascere AER dalle ombre che lo stanno minacciando.

Lo stile surreale del gioco, le linee marcate dei tratti, sono accompagnate da colori tenui a sottolineare la tranquillità del gioco.

Un indie per rilassarvi, esplorare, provare l’ebrezza del volo, immergervi in un mondo immaginario e perché no, un po’ sognare aiutando la piccola Auk a salvare il suo mondo.